Tesi_Valeria Croce – Google Drive

Cari amici, condividiamo questo messaggio della nostra amica Valeria Croce che si è laureata con una tesi sulla ricostruzione dei centri minori danneggiati dal terremoto, concentrando la sua attenzione su Castelluccio.

Buongiorno,
mi chiamo Valeria Croce. Mi sono laureata in Ingegneria Edile-Architettura presso l’Università di Pisa e ho da poco iniziato il dottorato di ricerca all’Università di Firenze. Per la tesi della mia laurea magistrale, che ho discusso lo scorso 11 Ottobre con voto 110/110L, ho analizzato l’argomento: “Post-earthquake reconstruction and renewal of urban centres. Case study: Castelluccio di Norcia” (It.: Ricostruzione post-terremoto e recupero di centri urbani. Caso di studio: Castelluccio di Norcia).
Vi scrivo perché vorrei condividere con voi il risultato del mio lavoro di tesi, sperando che possa essere, seppure nel piccolo, un contributo per la rinascita di questo bellissimo borgo.
Cliccando sul link che trovate qui sotto:
https://drive.google.com/drive/folders/1hj-rcnjpqObX7Lx-F5kqJjyPWl4eSU_T?usp=sharing
potrete scaricare le tavole di presentazione della tesi, due tavole riassuntive (formato A1) e il testo completo. Il materiale è in inglese ma presto con i miei relatori farò la pubblicazione di alcune parti del lavoro in italiano, che vi manderò il prima possibile.
Vi ringrazio per l’attenzione e vi allego di seguito una sintesi in italiano dei contenuti della tesi:

“Il tema trattato nell’ambito del lavoro di tesi è la ricostruzione di centri storici minori danneggiati da eventi catastrofici, con particolare riferimento al caso studio di Castelluccio di Norcia.
I numerosi borghi e centri storici minori italiani, intimamente legati ai concetti di identità collettiva e di conservazione del patrimonio culturale, che fanno parte del cosiddetto patrimonio diffuso, oltre a essere interessati dal problema dello spopolamento, si trovano spesso collocati in territori ad alto rischio sismico. In concomitanza con eventi distruttivi, quali i disastrosi terremoti del 2016 che hanno colpito i borghi dell’Appennino del Centro Italia, si pone con forza il problema del loro recupero.
Nell’affrontare questo tema, la tesi è stata indirizzata allo sviluppo di metodi operativi e definizione di linee guida da utilizzare nel processo di riqualificazione e rivitalizzazione di un borgo, nella prospettiva più generale della ricostruzione.
La metodologia proposta è stata applicata più concretamente in riferimento al caso studio, che come detto, riguarda il borgo di Castelluccio di Norcia, in cui il terremoto del 30 Ottobre 2016, di magnitudo 6.5, ha distrutto circa il 60% degli edifici.
In questo contesto, la metodologia proposta si è incentrata sugli aspetti seguenti:
– analisi conoscitiva, volta a identificare gli elementi del vocabolario architettonico che caratterizzano l’identità di un luogo, in riferimento ai rilievi della fase precedente al terremoto;
– modalità di coinvolgimento e partecipazione attiva della popolazione nel processo di ricostruzione (anche attraverso l’analisi dei risultati di sondaggi mirati condotti tra gli abitanti);
– indagini e rilievi eseguiti nella fase post-catastrofe, al fine di comprendere l’impatto dell’evento considerato su edifici e aggregati e, a scala più estesa, su interi borghi. In particolare, per il rilievo del borgo nella fase successiva al terremoto, si sono utilizzati i video che i Vigili del Fuoco avevano registrato tramite drone per una ricognizione generale dell’impatto dell’evento sismico; l’impiego di tali video (non realizzati con lo scopo specifico del rilievo) ha consentito la costruzione di modelli tridimensionali, grazie ai quali è stato possibile confrontare le configurazioni del borgo nelle fasi pre- e post- terremoto.
In questi termini, l’applicazione dei droni in fotogrammetria costituisce un potente strumento nell’analisi degli scenari post-catastrofe, specialmente nei casi in cui l’applicazione delle tradizionali tecnologie di rilevamento a terra è difficoltosa, a causa di problemi di accessibilità dei luoghi e dei rischi legati all’esecuzione delle ispezioni in situ.
In conclusione, si sono individuate possibili strategie d’intervento per la rinascita del borgo di Castelluccio, che possono essere senz’altro estese ad altri piccoli centri storici danneggiati da terremoti o altri eventi naturali. La definizione di regolamenti e linee guida più ampi, relativi alla gestione post catastrofe di contesti più complessi, è un possibile sviluppo futuro di questo studio.”

Lascio infine i miei recapiti
Valeria Croce
PhD candidate University of Florence, International Doctorate in Civil and Environmental Engineering
email: valeriacroce93@gmail.com ; valeria.croce@unifi.it
tel.: 380 7815853

Cordiali saluti

Tesi_Valeria Croce – Google Drive

by Per La Vita Di Castelluccio Di Norcia Onlus il 2018-12-04 15:32:03


26/11/2016 – 26/11/2018

26/11/2016 – 26/11/2018

2 anni di Per la Vita di Castelluccio di Norcia ONLUS

2 anni della nostra associazione nata per aiutare Castelluccio a superare questo difficilissimo momento

2 anni di impegno, di decine di Castellucciani che hanno voluto partecipare attivamente alla rinascita del proprio paese con la consapevolezza che solo aiutandosi l’un l’altro si riuscirà a mantenere salda e unita la Nostra Comunità.

2 anni in cui abbiamo potuto conoscere migliaia di persone innamorate di Castelluccio che hanno voluto manifestare la loro vicinanza con gesti, anche i più semplici, che ci hanno riempito il cuore e ci hanno dato la forza di non mollare e di andare avanti.

2 anni di alti e bassi vicino a chi ha perso la propria casa, la propria attività, la propria vita quotidiana, i propri punti di riferimento.

2 anni in cui abbiamo avuto l’onore ma anche la responsabilità di rappresentare il nostro paese cercando di farlo nel miglior modo possibile.

In questo momento vogliamo ringraziare gli oltre 100 soci che ci hanno sempre sostenuto e spronato ad andar avanti Per la Vita di Castelluccio e le tantissime persone che, da ogni parte del Mondo, ci hanno manifestato la propria vicinanza.





by Per La Vita Di Castelluccio Di Norcia Onlus il 2018-11-26 19:32:28


23 novembre 1980

23 novembre 1980

38 anni dal terremoto che sconvolse l’Irpinia e gran parte del sud Italia.

Quasi 300 morti e oltre 280.000 sfollati

PER NON DIMENTICARE 🙏🙏🙏






by Per La Vita Di Castelluccio Di Norcia Onlus il 2018-11-23 16:58:47


Torna in funzione la webcam di Castelluccio con nuove immagini ed uno splendido timelapse della giornata.


Torna in funzione la webcam di Castelluccio con nuove immagini ed uno splendido timelapse della giornata.

https://www.youtube.com/watch?v=NnzGpxMqqh4

immagini Scenari digitali srl
www.scenaridigitali.com

Timelapse da Castelluccio di Norcia (Pg), 1452m slm Parco Nazionale dei Monti Sibillini Webcam Marketing by Scenari Digitali srl https://www.scenaridigitali….
by Per La Vita Di Castelluccio Di Norcia Onlus il 2018-11-19 17:27:54


Campotosto, nel paese ”spaesato”

Grazie Peter per portare all’attenzione del mondo i grandi problemi delle zone terremotate.

Campotosto, nel paese ”spaesato”

Come l’anno scorso Francesco D’Amore ha documentato il nostro viaggio attraverso le terre colpite dal sisma con dei bellissimi video. Tra i momenti più piacevoli di questi due cammini sono state le sere e le colazioni quando Francesco mi faceva vedere le riprese che aveva fatto durante la giornata precedente. Come vedrete in questo primo video, su Campotosto, e negli altri, lui ha un raro talento sia per cogliere subito l’atmosfera di un posto sia per catturare paesaggi insoliti.

Il video si tratta di Campotosto, paese colpito dal terremoto di gennaio 2017. Purtroppo Campotosto sta indietro ancora di più rispetto agli altri paesi colpiti (che stanno già vivendo delle lungaggini pesanti). Campotosto vive dal turismo e se volete dare una mano vi consiglio di informarvi sul progetto del Pro Loco di costruire una foresteria e di visitare il paese, passare dal bar e dagli alimentari e poi fare un giro del lago o sulla Cima della Laghetta e Monte di Mezzo. Contattate Pro Loco Campotosto!

Grazie ad Annamaria, Diomira e Lucia per la disponibilità; Marta Zarelli, Stefano Marta, Tour Trail Valle D’Aosta-Vallée D’Aoste e Défi Vertical per il sostegno; e Bardamù per l’importante aiuto tecnico.
by Per La Vita Di Castelluccio Di Norcia Onlus il 2018-10-29 19:26:42


Grazie Peter per questo tuo viaggio all’ interno delle zone terremotate. Racconta al mondo quello che hai visto e la situazione delle persone che da oltre 2 anni hanno perso tutto, ma non la voglia di

Grazie Peter per questo tuo viaggio all’ interno delle zone terremotate. Racconta al mondo quello che hai visto e la situazione delle persone che da oltre 2 anni hanno perso tutto, ma non la voglia di combattere ed andare avanti.

Alla prossima.


Sono tornato a Sant’Angelo dove 15 giorni fa ho cominciato questa camminata. Il viaggio 12 Montagne finisce qua ma i miei racconti continuano. Nei prossimi giorni, infatti, condividerò dettagli e aneddoti su ciò che ho visto nel cratere sismico.

I’ve made it back to Sant’Angelo where I started my walk 15 days ago. The 12 Mountains journey has finished but there are still plenty of stories to tell from the last two weeks. Over the next few days I’ll share details and anecdotes about what I saw and who I met in the areas affected by the earthquakes.
by Per La Vita Di Castelluccio Di Norcia Onlus il 2018-09-08 12:39:31


La marcia di Peter nelle zone terremotate prosegue.

La marcia di Peter nelle zone terremotate prosegue.
Le nostre montagne che non vogliamo abbandonare.
Aiutateci a tenerle in vita.

https://www.retedeldono.it/it/walkwithpeter
💪💪💪💪💪






Oggi con Marta Zarelli ho incontrato le prime montagne della camminata, percorrendo l’aerea cresta tra il Monte Vettore e il Monte Argentella. Abbiamo visto tratti del sentiero macinati dal terremoto di ottobre 2016, fossili e viste stupende sul Lago di Pilato, gli altri monti dei Sibillini e la piana di Castelluccio.

Together with Marta Zarelli today I encountered the first mountains of the walk and followed the vertiginous ridge between Monte Vettore and Monte Argentella for several kilometres. Along the way we saw places where the path had been churned up by the October 2016 earthquake, lots of fossils, and incredible views of the Lago di Pilato, the other mountains of the Sibillini range and the high plains of Castelluccio.
by Per La Vita Di Castelluccio Di Norcia Onlus il 2018-08-28 08:18:21


WALK WITH PETER

WALK WITH PETER
Domani partirà la seconda marcia di Peter Lerner di aiuto delle zone terremotate.

La marcia attraverserà tutto il cratere del sisma 2016, toccherà 12 montagne sopra quota 2000 e ha lo scopo di riportare l’attenzione sulle popolazioni terremotate, da 2 anni costrette a vivere in condizioni di estrema precarietà e di raccogliere fondi per 3 associazioni (tra cui la nostra ONLUS), impegnate proprio all’interno del cratere.
In bocca al lupo Peter.
Ti aspettiamo a Castelluccio il 31 agosto.
🏕️



by Per La Vita Di Castelluccio Di Norcia Onlus il 2018-08-23 18:13:25