SOLIDARIETA’ CONCRETA

💪💪 SOLIDARIETA’ CONCRETA 💪💪

Con l’arrivo della neve a Castelluccio, è entrata in funzione la turbina che è stata donata all’associazione Per La Vita Di Castelluccio Di Norcia Onlus dai nostri amici del Burraco Club Abano.
Questo ci permetterà di spazzare la neve davanti ai negozi delocalizzati in piazza e in tutti i luoghi dove i mezzi più grandi non possono andare.
La nostra riconoscenza va a tutti coloro che ci hanno donato questa importantissima attrezzatura così utile in un paesino come Castelluccio dove la neve non manca mai.
❄️⛄️❄️⛄️❄️⛄️❄️⛄️❄️





by Per La Vita Di Castelluccio Di Norcia Onlus il 2019-01-09 17:07:51


️️‍️‍️‍️‍️‍️‍️‍️‍️️️

❤️❤️🏃‍♂️🏃‍♀️🏃‍♂️🏃‍♀️🏃‍♂️🏃‍♀️🏃‍♂️🏃‍♀️❤️❤️
Anche quest’anno i nostri grandissimi amici di Ravenna non hanno voluto farci mancare il loro sostegno per la causa Ricostruiamo Castelluccio.
Sabato 29 alle ore 15:30 ci sarà la 3° edizione della podistica in favore di Castelluccio.
Accorriamo numerosi

Grazie mille a Atmosphere Ayurvediche Accademia Di Formazione Di Discipline Bionaturali, Antonella Valletta, Danny Frisoni, al Comune di Ravenna e a tutti quelli che si sono impegnati per questo bellissimo e importantissimo evento.




by Per La Vita Di Castelluccio Di Norcia Onlus il 2018-12-27 13:26:14


Castelluccio si appresta a trascorrere il suo 3° Natale da solo e con tutte le ferite ancora aperte.


Castelluccio si appresta a trascorrere il suo 3° Natale da solo e con tutte le ferite ancora aperte.
Per ricordare quanto è successo il 30 ottobre 2016, per ringraziare tutti coloro che in questi 2 anni ci hanno sostenuto ed aiutato ad andare avanti, nonostante le infinite difficoltà, vogliano farvi riascoltare la canzone che nel 2016 (a neanche due mesi dal terremoto) Luca Rutili e Radio Onda Libera hanno dedicato a Castelluccio grazie alla sapiente collaborazione del maestro Gianni Neri (autore del testo e della musica) e degli altri speaker della Radio (Annalina Taddei, Gabriele Voice Gaggioli, Marco D’Amore e Moreno Carlicchi).
Un grazie enorme va anche al Soccorso Alpino e Speleologico Umbria – CNSAS che in questi 26 mesi è stato al nostro fianco e ci ha aiutato a scalare questa enorme montagna che sembra non voler terminare mai.

A due anni da quel video, fanno riflettere le interviste fatte due giorni dopo il terremoto (alla fine del video) a 2 persone che in quel momento si trovavano a Castelluccio e che oggi sono tra i pochi che non abbandonano mai il nostro amato paese: Vincenzo Perla e AugustoeNicoletta Coccia

Buon Natale a Tutti 🎄 🎅🏻


by Per La Vita Di Castelluccio Di Norcia Onlus il 2018-12-17 18:24:06


Vedere questo spettacolo della natura fa sempre un grande effetto.


Vedere questo spettacolo della natura fa sempre un grande effetto.
La meraviglia del paesaggio si mescola all’amarezza di non poter essere lì per viverlo appieno come avveniva prima del terremoto.

https://youtu.be/v7aYmkXqGZETimelapse da Castelluccio di Norcica 1452m slm – Monti Sibillini Webcam Marketing by Scenari Digitali srl https://www.scenaridigitali.com/webcam-castelluccio/
by Per La Vita Di Castelluccio Di Norcia Onlus il 2018-12-13 19:51:56


Tesi_Valeria Croce – Google Drive

Cari amici, condividiamo questo messaggio della nostra amica Valeria Croce che si è laureata con una tesi sulla ricostruzione dei centri minori danneggiati dal terremoto, concentrando la sua attenzione su Castelluccio.

Buongiorno,
mi chiamo Valeria Croce. Mi sono laureata in Ingegneria Edile-Architettura presso l’Università di Pisa e ho da poco iniziato il dottorato di ricerca all’Università di Firenze. Per la tesi della mia laurea magistrale, che ho discusso lo scorso 11 Ottobre con voto 110/110L, ho analizzato l’argomento: “Post-earthquake reconstruction and renewal of urban centres. Case study: Castelluccio di Norcia” (It.: Ricostruzione post-terremoto e recupero di centri urbani. Caso di studio: Castelluccio di Norcia).
Vi scrivo perché vorrei condividere con voi il risultato del mio lavoro di tesi, sperando che possa essere, seppure nel piccolo, un contributo per la rinascita di questo bellissimo borgo.
Cliccando sul link che trovate qui sotto:
https://drive.google.com/drive/folders/1hj-rcnjpqObX7Lx-F5kqJjyPWl4eSU_T?usp=sharing
potrete scaricare le tavole di presentazione della tesi, due tavole riassuntive (formato A1) e il testo completo. Il materiale è in inglese ma presto con i miei relatori farò la pubblicazione di alcune parti del lavoro in italiano, che vi manderò il prima possibile.
Vi ringrazio per l’attenzione e vi allego di seguito una sintesi in italiano dei contenuti della tesi:

“Il tema trattato nell’ambito del lavoro di tesi è la ricostruzione di centri storici minori danneggiati da eventi catastrofici, con particolare riferimento al caso studio di Castelluccio di Norcia.
I numerosi borghi e centri storici minori italiani, intimamente legati ai concetti di identità collettiva e di conservazione del patrimonio culturale, che fanno parte del cosiddetto patrimonio diffuso, oltre a essere interessati dal problema dello spopolamento, si trovano spesso collocati in territori ad alto rischio sismico. In concomitanza con eventi distruttivi, quali i disastrosi terremoti del 2016 che hanno colpito i borghi dell’Appennino del Centro Italia, si pone con forza il problema del loro recupero.
Nell’affrontare questo tema, la tesi è stata indirizzata allo sviluppo di metodi operativi e definizione di linee guida da utilizzare nel processo di riqualificazione e rivitalizzazione di un borgo, nella prospettiva più generale della ricostruzione.
La metodologia proposta è stata applicata più concretamente in riferimento al caso studio, che come detto, riguarda il borgo di Castelluccio di Norcia, in cui il terremoto del 30 Ottobre 2016, di magnitudo 6.5, ha distrutto circa il 60% degli edifici.
In questo contesto, la metodologia proposta si è incentrata sugli aspetti seguenti:
– analisi conoscitiva, volta a identificare gli elementi del vocabolario architettonico che caratterizzano l’identità di un luogo, in riferimento ai rilievi della fase precedente al terremoto;
– modalità di coinvolgimento e partecipazione attiva della popolazione nel processo di ricostruzione (anche attraverso l’analisi dei risultati di sondaggi mirati condotti tra gli abitanti);
– indagini e rilievi eseguiti nella fase post-catastrofe, al fine di comprendere l’impatto dell’evento considerato su edifici e aggregati e, a scala più estesa, su interi borghi. In particolare, per il rilievo del borgo nella fase successiva al terremoto, si sono utilizzati i video che i Vigili del Fuoco avevano registrato tramite drone per una ricognizione generale dell’impatto dell’evento sismico; l’impiego di tali video (non realizzati con lo scopo specifico del rilievo) ha consentito la costruzione di modelli tridimensionali, grazie ai quali è stato possibile confrontare le configurazioni del borgo nelle fasi pre- e post- terremoto.
In questi termini, l’applicazione dei droni in fotogrammetria costituisce un potente strumento nell’analisi degli scenari post-catastrofe, specialmente nei casi in cui l’applicazione delle tradizionali tecnologie di rilevamento a terra è difficoltosa, a causa di problemi di accessibilità dei luoghi e dei rischi legati all’esecuzione delle ispezioni in situ.
In conclusione, si sono individuate possibili strategie d’intervento per la rinascita del borgo di Castelluccio, che possono essere senz’altro estese ad altri piccoli centri storici danneggiati da terremoti o altri eventi naturali. La definizione di regolamenti e linee guida più ampi, relativi alla gestione post catastrofe di contesti più complessi, è un possibile sviluppo futuro di questo studio.”

Lascio infine i miei recapiti
Valeria Croce
PhD candidate University of Florence, International Doctorate in Civil and Environmental Engineering
email: valeriacroce93@gmail.com ; valeria.croce@unifi.it
tel.: 380 7815853

Cordiali saluti

Tesi_Valeria Croce – Google Drive

by Per La Vita Di Castelluccio Di Norcia Onlus il 2018-12-04 15:32:03


26/11/2016 – 26/11/2018

26/11/2016 – 26/11/2018

2 anni di Per la Vita di Castelluccio di Norcia ONLUS

2 anni della nostra associazione nata per aiutare Castelluccio a superare questo difficilissimo momento

2 anni di impegno, di decine di Castellucciani che hanno voluto partecipare attivamente alla rinascita del proprio paese con la consapevolezza che solo aiutandosi l’un l’altro si riuscirà a mantenere salda e unita la Nostra Comunità.

2 anni in cui abbiamo potuto conoscere migliaia di persone innamorate di Castelluccio che hanno voluto manifestare la loro vicinanza con gesti, anche i più semplici, che ci hanno riempito il cuore e ci hanno dato la forza di non mollare e di andare avanti.

2 anni di alti e bassi vicino a chi ha perso la propria casa, la propria attività, la propria vita quotidiana, i propri punti di riferimento.

2 anni in cui abbiamo avuto l’onore ma anche la responsabilità di rappresentare il nostro paese cercando di farlo nel miglior modo possibile.

In questo momento vogliamo ringraziare gli oltre 100 soci che ci hanno sempre sostenuto e spronato ad andar avanti Per la Vita di Castelluccio e le tantissime persone che, da ogni parte del Mondo, ci hanno manifestato la propria vicinanza.





by Per La Vita Di Castelluccio Di Norcia Onlus il 2018-11-26 19:32:28


23 novembre 1980

23 novembre 1980

38 anni dal terremoto che sconvolse l’Irpinia e gran parte del sud Italia.

Quasi 300 morti e oltre 280.000 sfollati

PER NON DIMENTICARE 🙏🙏🙏






by Per La Vita Di Castelluccio Di Norcia Onlus il 2018-11-23 16:58:47